Hands

Se ci penso troppo forte penso che potrei morire.

Degenero di eventi, la mia mente che crolla inesorabile, lecco le ferite,
R e p l a y
Sembra che la mia vita sia una sorta di ciclo di luttuose stagioni in cui ogni azione corrisponde ad una nuova spina nel cuore.
Caparbio muscolo che risuona nel petto, non importa quante ferite subisca, lui continua imperterrito a contrarsi.

Sapevo che sarebbe andato tutto nel peggiore dei modi, ne ero certa.
Ho il vizio di dare sempre colpa al mio essere impulsiva ma in realtà inizio a pensare che sia totale mancanza di senno.
In quale modo una mente puó elaborare volontà che si palesano estremamente suicide fin dal nascere? Dov’è finito il celeberrimo istinto di conservazione?

Ed è così che succede ancora, mi butto anima e corpo in qualcosa che so essere sbagliato fin dall’inizio, carezzando l’urlo:

Io ottengo sempre ció che voglio.

Ed è proprio lì che l’errore si rintana; ció che desidero si avvera ma finirà per rovinare l’equilibrio karmico.

E allora perchè sembra tutto così dannatamente perfetto quando mi fissi con i tuoi occhi infernali mentre le mie mani sono strette nelle tue?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: